Primo piano di una bimba in Ciad

Un progetto per contrastare la malnutrizione infantile

Primo piano di una bimba in Ciad

Un progetto per contrastare la malnutrizione infantile

Icona Africa senza testo
Africa e Medio Oriente
Icona salute e nutrizione senza testo
Salute e Nutrizione

Uno dei Paesi più poveri al mondo

La grave emergenza alimentare che sta colpendo numerosi Paesi africani ha colpito anche in Ciad. Il sottosuolo del Paese è fra i più ricchi dell’Africa grazie a numerosi giacimenti di petrolio, oro e uranio. Ciononostante, il Paese è tra i più poveri al mondo: il 43% dei bambini sotto i 5 anni è malnutrito, il 66% vive sotto la soglia di povertà. I media più prestigiosi hanno definito tale repubblica come “un malato cronico, affetto da quasi tutte le epidemie che affliggono il continente”. Una precarietà che riguarda agli ambiti più importanti della vita di uno stato democratico: scuola, salute pubblica e lavoro.
La presenza di risorse naturali, infatti, porta giovamento solo ad una ristretta élite: uomini d’affari, multinazionali, politici e le loro famiglie. La situazione ciadiana figura tra le più disastrose del pianeta, mentre la quasi totalità della popolazione ha difficoltà all’accesso all’istruzione e alla sanità.
I salesiani arrivarono nel Paese nel 1995
. La loro prima opera venne creata a Sarh. La città, la terza maggiore del paese, si trova nel Sud del paese e conta più di 120mila abitanti. Tre anni dopo i Salesiani iniziarono il loro lavoro nella capitale, N’Djamena e nel 2013 hanno avviato un’opera nella città di Doba.

Un progetto che tutela il diritto all'alimentazione

In Ciad solo l’1% dei bambini è iscritto nella fascia prescolare, mentre quasi 6 milioni sono considerati a rischio sanitario per malnutrizione ed esposizione ad infezioni gravi. Le Nazioni Unite sostengono che 5,5 milioni di persone in Ciad avranno bisogno di assistenza umanitaria quest’anno, un’emergenza che sta colpendo i più piccoli, i più fragili.
I salesiani della missione di Doba
, che gestiscono, all’interno del piccolo plesso di San Domenico Savio, un asilo e una scuola elementare, ci hanno chiesto un aiuto per portare avanti le attività di sostegno alimentare rivolte ai più piccoli e alle famiglie più svantaggiate. I nostri missionari contano su tutti noi per distribuire aiuti alimentari di prima necessità: farina, olio, riso, fagioli, zucchero, arachidi. Un progetto concreto, completamente incentrato sui diritti basilari dell’infanzia, come il diritto alla sana alimentazione, che coinvolgerà direttamente tutti i bimbi dalle scuole missionarie, che hanno dai 3 ai 12 anni.
I salesiani ci hanno mandato delle note spese estremamente dettagliate, e noi condividiamo qualche esempio per farti entrare nel vivo del progetto. Un bidone di olio costa 30 €, un sacco di fagioli e un sacco di riso sufficienti per un mese costano 75 €, quindici sacchi di farina di frumento costano 150 €, e tu con una donazione 30, 75, 150 puoi dare un contributo fondamentale per le vite di questi bambini, grazie!

PAESE

Icona Africa senza testo
CIAD – DOBA

AREA TEMATICA

Icona salute e nutrizione senza testo
Salute e Nutrizione

BENEFICIARI

BAMBINI 3-12 ANNI

CODICE PROGETTO

26381
Codice Progetto 26381

RICEVI I NOSTRI MESSAGGI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Nome(Obbligatorio)
Hidden
Consenso mail
Hidden
Consenso generico
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.