Un campo estivo per i ragazzi ucraini fuggiti dalla guerra

Un campo estivo per i ragazzi ucraini fuggiti dalla guerra

Icona Europa senza testo
Europa
Icona Educazione e Formazione senza testo
Educazione e Formazione

Un rifugio sicuro, la Casa Famiglia Pokrova

La Casa Famiglia Pokrova (dall’ucraino: “riparo, protezione”, deve il nome alla sua posizione, essendo situata negli ambienti del campanile connesso alla chiesa parrocchiale intitolata alla Pokrov della Beata Vergine Maria) è una casa per bambini situata a Lviv – Leopoli. È stata fondata dai salesiani nel 2006 e il suo obiettivo principale è fornire condizioni favorevoli e uno sviluppo globale e olistico a bambini e ragazzi vulnerabili, attraverso un approccio individuale per ogni bambino. Nella Casa sono accolti bambini senza genitori o privati delle cure parentali, bambini di famiglie disfunzionali e a basso reddito e oggi purtroppo anche bambini orfani di guerra e fuggiti dalle aree più colpite dal conflitto come Odessa, Kharkiv e Zaporizhzhia. I bambini e i ragazzi della Casa Famiglia vanno a scuola con i loro coetanei e i più grandi frequentano la formazione professionale presso il Centro salesiano, partecipano inoltre ad una vasta gamma di attività extracurriculari tra cui: corsi di inglese, di canto, di calcio presso la scuola calcio salesiana.

Un campo estivo lontano dalla guerra in Ucraina

I salesiani ci chiedono un sostegno per garantire un periodo di vacanza e di serenità ai bambini e ai ragazzi ucraini della Casa Famiglia, allontanandoli dal contesto di guerra da cui provengono. In questo modo, potranno vivere un temporaneo periodo di spensieratezza in cui dimenticare, anche se per un breve tempo, l’incubo delle sirene e dei rifugi, l’angoscia della guerra, la paura dei bombardamenti.
Il progetto prevede un campo estivo a Pola, in Croazia, dal 15 al 25 agosto. I missionari hanno bisogno di un aiuto per portare 65 bambini, bambine e ragazzi di età compresa tra 6 e 18/19 anni, di cui una quindicina provenienti dalle zone più colpite dalla guerra, oltre a 10 animatori che li accompagneranno insieme a padre Mykhaylo Chaban, missionario salesiano ucraino. Già prima della guerra, i Figli di Don Bosco organizzavano brevi soggiorni estivi al mare per aiutare i ragazzi vulnerabili della Casa Famiglia a staccare dalla quotidianità e rigenerarsi fisicamente e psicologicamente, ma erano autonomi dal punto di vista economico. Oggi a causa della terrificante guerra tutto è cambiato e i salesiani non riescono più a far fronte alle spese. Se puoi, aiutaci, vogliamo aiutarli per sostenere le spese del viaggio, quelle per il vitto e l’alloggio, le piccole escursioni, il materiale didattico e i giochi, grazie di cuore!

Codice Progetto 26721

RICEVI I NOSTRI MESSAGGI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Nome(Obbligatorio)
Hidden
Consenso mail
Hidden
Consenso generico
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.