Primo piano di bimbi indiani sfruttati

India: un progetto contro il lavoro minorile

Primo piano di bimbi indiani sfruttati

India: un progetto contro il lavoro minorile

Icona Asia e Oceania senza testo
Asia e Oceania
Icona Educazione e Formazione senza testo
Educazione e Formazione

Il contesto e la presenza salesiana

L’importanza di questo progetto ci ha spinti a rinnovare il nostro sostegno ai missionari del Tamil Nadu. La lotta contro il lavoro minorile in India non permette di abbassare la guardia perché sono ancora troppi i bambini e le bambine obbligati a lavorare come adulti, senza che venga loro riconosciuto il diritto di vivere, giocare, andare a scuola, essere amati.

Nel cuore del Tamil Nadu, in una zona isolata abitata prevalentemente da parìa – il gradino sociale più basso nel sistema delle caste – vi sono villaggi in cui le persone vivono nella miseria più totale, sia economica che cul­turale… Non solo gli adulti, ma anche i bambini, che i genitori scelgono di impiegare nella fabbricazione dei beede (le tradizionali sigarette indiane) quando rien­trano da scuola o anche per l’intera giornata. I missionari hanno dato vita a un circolo virtuoso per combattere le piaghe dell’ analfabetismo e dello sfruttamento partendo dalle 3 E: Education, Empowerment and Employment (Educazione, Potenziamento e Oc­cupazione), secondo il carisma salesiano. Chi trae più giovamento dalla presenza missionaria sono i più giovani, in particolare i bambini in età scolare che ad oggi sono costretti a vivere lavorando insieme agli adulti, in condizioni prive di rispetto per la dignità umana.

Il progetto: obiettivo e richiesta​

I salesiani hanno organizzato un progetto in collaborazione con le comunità locali, che hanno messo a disposizione degli spazi per creare alcuni Tuition Center, centri per supportare le attività svolte dagli insegnanti durante i corsi scolastici tradizionali. I beneficiari sono 400 bambini che verranno sottratti al lavoro minorile, reintrodotti nel sistema scolastico e tenuti lontano dal rischio di sfruttamento. Verranno creati 15 centri in 12 diversi villaggi – Kaliyamma Koil, Puram, Vanjur, Senur Thirumani, Kottamangalam, Muruganpet, Kazhathu Medu, Gandhi Nagar, Senpakkam, Kazharpalayam, Unnamalai e Samuthran che, gestiti da un unico coordinatore, verranno seguiti a livello locale da 15 insegnanti. Il corpo docenti si occuperà di avviare e gestire le iniziative previste – momenti di studio e approfondimento, ma anche di gioco e sport – con un valore aggiunto in più: l’organizzazione di incontri che coinvolgano le famiglie dei minori, per sensibilizzarle sull’importanza dell’istruzione a discapito dello sfruttamento lavorativo.Andando a scuola i loro figli non solo vengono sottratti al lavoro in età scolare ma saranno in grado, una volta raggiunta l’età adeguata, di trovare un’occupazione dignitosa e rispettosa degli standard di igiene e sicurezza. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità ai salesiani locali: vogliamo aiutarli a sostenere le spese di questa iniziativa. Lo stipendio del coordinatore, che lavorerà a tempo pieno, è di 1.600 € annui (circa135 € al mese), quello degli insegnanti è di 440 € annui (circa 30 € mensili).
Con una donazione di 30, 50, 100 € puoi aiutarci a sradicare la piaga del lavoro minorile in questa zona così arretrata dell’India. Con 300 € contribuirai a pagare gli stipendi agli insegnanti dei 15 villaggi che si dedicano ai minori a rischio proteggendoli da ogni forma di schiavitù e abuso. Aiutaci a garantire un’infanzia a questi bambini vulnerabili.

PAESE

Icona Asia e Oceania senza testo
INDIA – TAMIL NADU

AREA TEMATICA

Icona Educazione e Formazione senza testo
Educazione e Formazione

BENEFICIARI

400 BAMBINI

CODICE PROGETTO

24716
Codice Progetto 24716

RICEVI I NOSTRI MESSAGGI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Nome(Obbligatorio)
Hidden
Consenso mail
Hidden
Consenso generico
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.