Emergenza guerra Ucraina

Emergenza Ucraina: rimaniamo accanto alla gente

Emergenza guerra Ucraina

Emergenza Ucraina: rimaniamo accanto alla gente

Icona Europa senza testo
Europa
Icona emergenza senza testo
Emergenza

Un Paese in guerra

La situazione in Ucraina è sempre più catastrofica. Continuano i combattimenti e i pesanti bombardamenti in diverse zone del Paese. L’esercito russo è entrato nel Paese da tre diversi fronti: dalla Bielorussia a nord, dalla Russia a est e dalla Crimea a sud. I dati del Ministero dell’Interno ucraino contano centinaia di civili uccisi. Secondo l’Alto commissariato ONU per i rifugiati sono più di 5 milioni le persone che ad oggi sono riuscite a scappare dal Paese.

I salesiani sono arrivati in Ucraina nel 1936, ci restarono per una decina d’anni, fino a quando, per ragioni politiche, furono costretti a lasciare il Paese. Oggi sono presenti con otto missioni. Da quando è iniziata la guerra tutte le opere sociali hanno interrotto le attività con i ragazzi nelle scuole, negli oratori e nei centri giovanili e sono state trasformate in rifugi dove proteggere i bambini, i ragazzi e le famiglie. La comunità salesiana è attiva nella capitale, a Kyiv, a Lviv (Leopoli), a Zhytomyr, a Dnipro, a Odessa, a Przemyślanya e a Korosteszów: tutte le missioni hanno aperto le porte a tutti coloro che vogliono rifugiarsi in un luogo sicuro.

Il progetto

I Figli di Don Bosco hanno messo in piedi un piano di emergenza volto ad accogliere più persone possibili nelle Case salesiane accessibili, in particolar a Leopoli, il centro che fino a quattro giorni fa ospitava 70 ragazzi, oggi può dare rifugio a più di 300 persone. L’obiettivo principale consiste nel dare accoglienza nell’immediato a tutti coloro che necessitano protezione e successivamente trasferirli in luoghi più sicuri oltreconfine, in Polonia e in Slovacchia. Pochi giorni dopo l’invasione, grazie alla collaborazione fra i salesiani dell’Ucraina e quelli della Slovacchia, i primi 50 bambini sono stati trasferiti nelle case salesiane presenti nella Repubblica Slovacca: sono stati accolti in un orfanotrofio e successivamente saranno collocati in alcune famiglie che si sono rese disponibili.
I salesiani ci hanno chiesto un aiuto immediato per garantire acqua, alimenti a lunga conservazione (cibo in scatola, riso, polenta, pasta, omogeneizzati per bambini) alle persone accolte nei rifugi. Hanno bisogno di materassi, letti, sacchi a pelo, coperte termiche e stuoie per dormire, oltre a prodotti per l’igiene personale (saponi, dentifricio, spazzolini e pannolini) e materiale medico come bende, cerotti, disinfettanti e soluzioni saline. Nonostante la situazione sempre più emergenziale, i salesiani sono al fianco della popolazione ucraina e rimangono lì per accogliere e proteggere più persone possibili.
Aiutateci come potete, in questo momento anche un piccolo sostegno è fondamentale.

Visita la nostra pagina dedicata al piano di emergenza messo in atto per aiutare la popolazione ucraina:

  • apriamo le porte delle case salesiane in Ucraina per chiunque abbia bisogno di un rifugio, 
  • sostieniamo l’acquisto e la distribuzione di aiuti (cibo, coperte, sacchi a pelo, omogeneizzati e pannolini), 
  • aiutiamo le famiglie che vogliono lasciare il Paese.
  • accogliamo a Valdocco (Torino) le donne e i bambini riusciti a fuggire grazie all’aiuto dei salesiani.

PAESE

Icona Europa senza testo
UCRAINA

AREA TEMATICA

Icona emergenza senza testo
Emergenza

BENEFICIARI

FAMIGLIE, DONNE E BAMBINI

CODICE PROGETTO

26179
Codice Progetto 26179

RICEVI I NOSTRI MESSAGGI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Nome(Obbligatorio)
Hidden
Consenso mail
Hidden
Consenso generico
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.