donaora
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su instagram

Isole Salomone - Nila

icona progetto finanziato

Le Isole Salomone sono uno degli stati più poveri dell'Oceania e in generale del mondo

Isole Salomone


Un paradiso con delle zone d'ombra

Questo è uno degli angoli più remoti del pianeta – isole Salomone, ai confini con la Papua Nuova Guinea. Siamo a Nila, isola di Poporang, nell’arcipelago delle Shortland. Panorami mozzafiato, mare turchese, spiagge incantate. Che nascono una grande povertà, dovute anche all’isolamento di queste zone. Avamposti di civiltà che il vescovo salesiano Luciano Capelli visita pilotando il suo piccolo aereo, grazie al quale riesce a raggiungere tutte le comunità cattoliche di queste isole lontane da tutto.


Una zona a forte rischio sismico

Quella delle isole Salomone è una zona a forte rischio sismico. I terremoti e gli tsunami che si sono susseguiti negli ultimi 10 anni hanno danneggiato gravemente e, in molti casi, distrutto, molti edifici scolastici che i missionari marianisti, domenicani e salesiani hanno costruito nel corso degli anni. L’ultimo sisma, di pochi mesi fa, ha raso al suolo la scuola materna dell’isola. Attualmente sono attive tre strutture scolastiche che ospitano elementari, medie e superiori, più una scuola informale per ragazze svantaggiate nonché un centro di formazione tecnica per chi è rifiutato dal sistema educativo dopo la terza media.


Il progetto

La diocesi guidata da monsignor Capelli vuole ricostruire il più in fretta possibile la scuola materna: per garantire assistenza alle famiglie di 40 bambini e lo stipendio agli insegnanti che vengono retribuiti direttamente dal Governo. La gestione sarebbe diocesana e l’asilo continuerà a chiamarsi San Giovanni Bosco, così come lo battezzarono i domenicani 60 anni fa, quando lo costruirono. Per l’edificazione verranno utilizzati materiali semplici ma affidabili reperibili in loco, in modo da realizzare una struttura economica, ma resistente, e all’insegna dell’ecosostenibilità.


Budget

Per edificare interamente la struttura che accoglierà i 40 bimbi dell’isola in età di scuola materna servono in tutto 10.000 € (il budget complessivo ammonta a 11.100 € ma c’è un contributo locale di 1.100 €). La ghiaia che verrà utilizzata per il fondo costa 600 € - spese di trasporto da Honiara incluse; i 16 tubi d’acciaio che faranno da struttura portante, 1.600 € ; Il legname per le pareti e il soffitto, 5.000 €; i 100 sacchi di cemento necessari costano complessivamente 1.500 €; in più ci sono le spese per la manodopera. Un volontario italiano insieme ad alcuni locali ha già preparato – previo disboscamento – il terreno su cui verrà edificata la scuola materna. Anche tu puoi contribuire! Con 15, 30, 50 € puoi fare tantissimo per i bimbi di Nila e per le loro famiglie!



Missioni Don Bosco Valdocco Onlus

Via Maria Ausiliatrice, 32
10152 - Torino
Italia

Contattaci

Tel. +39 011-3990101
Fax. +39 011-3990195
Email info@missionidonbosco.org
Cod. Fiscale: 97792970010

Orari di apertura

Lunedì - Sabato
08.00-18.00